Metodo immersivo per l'apprendimento dell’inglese: parola alla scienza

18/05/17 12.55

Uno degli elementi chiave del programma Speak per la lingua inglese è il concetto di full immersion, cioè il nostro metodo immersivo. Quelli di Speak sono 8 giorni di attività concentrate: conversazioni quotidiane, dibattiti, simulazioni di telephone call e presentazioni, tutti strumenti necessari per la professione. Il nostro, di conseguenza, non è un semplice corso di inglese, ma un metodo innovativo con precise basi scientifiche.

Partiamo da un dato: l’Italia è il paese europeo che più investe nello studio dell’inglese, ma siamo quelli che lo parlano peggio di tutti, assieme ai francesi. Che paradosso è questo? Come è possibile che tutti gli investimenti che facciamo portino a così scarsi risultati?

È questo il punto di partenza di una recente puntata di Eta Beta, programma di Radio Uno dedicato alle innovazioni. Secondo gli esperti interrogati la motivazione dietro quei disastrosi dati statistici è semplice: partiamo dalla teoria invece che dall’immersione linguistica. La nostra tradizione nell’insegnamento della lingua inglese passa, infatti, per una lunga preparazione accademica e alla lingua parlata si arriva solo in un secondo momento e con insicurezza e grossi problemi d’espressione. Un approccio efficace allo studio dell’inglese, invece, dovrebbe seguire la normale routine di apprendimento del cervello, più “comunicativo” che teorico. È come quando si impara a guidare l’auto o a nuotare: non iniziamo con lunghe lezioni di tecnica, anche se sapere le regole è necessario, ma si affronta la pratica. Ok, quindi, allo studio della grammatica inglese, ma la padronanza della lingua si costruisce con altre strumenti. 

full immersion con madrelingua per il potenziamento della lingua inglese

A questo proposito, allora, intervengono le ricerche in ambito neuroscientifico e psicolinguistico: l’apprendimento diventa efficace solo quando si segue la naturale tendenza del cervello a muoversi in un contesto poco familiare, trovando soluzioni immediate per una comunicazione efficace. Solo dopo queste attività il cervello si dedica all’analisi e sistematizzazione di certi processi. Con l’apprendimento dell’inglese si verifica la stessa cosa: si impara a comunicare solo immergendosi nella lingua. Questa metodologia, in pratica, ricalca quello che si verifica con i bambini bilingue: una full immersion che abitua il cervello a ragionare in modalità diverse a seconda della lingua da parlare. Ecco, allora, che si chiarisce l’obiettivo del programma Speak: 

allenare il cervello a ragionare come fossimo un madrelingua inglese. 

Noi italiani, invece, siamo abituati a ragionare prima nella nostra lingua madre, poi impieghiamo del tempo a tradurre mentalmente e solo dopo questa fase proviamo ad esprimerci con le regole grammaticali che conosciamo. Quanti passaggi da fare prima di formulare una frase! Con il metodo immersivo di Speak, invece, l’obiettivo ultimo è quello di innescare processi mentali che non moltiplichino i passaggi intermedi, ma che li eliminino. In parole povere arriverete a ragionare direttamente in inglese, migliorando lingua e fluidità d’espressione molto in fretta.

Per tutto questo c’è una precisa base scientifica, basti pensare agli studi della Georgetown University Medical Center, nel Maryland, che ha dedicato un preciso settore di ricerca all’apprendimento del linguaggio. L’esito di questi studi ha dimostrato che gli adulti possono tranquillamente imparare una seconda lingua come fossero madrelingua e il modo più facile per farlo è quello di utilizzare un metodo immersivo. Non a caso risultati analoghi sono scaturiti dagli studi del CARLA, Center of Advanced Research on Language Acquisition nel Minnesota. Tutte le ricerche, dal 1999 ad oggi, dimostrano inconfutabilmente i benefici dell’apprendimento intensivo di una seconda lingua.

L’obiettivo di Speak, in conclusione, è quello di modellare il proprio cervello e i suoi processi linguistici rendendolo praticamente un “native brain”, cioè quello di un madrelingua, grazie all’uso continuativo dell’inglese in ogni momento della giornata. I risultati? Provare per credere!

Lists by Topic

see all

Posts by Topic

see all

Recent Posts