CONTATTACI
Menu
CONTATTACI
SUMMER ONLINE

Stay at Home with Speak Teens | #11 - Language

by The Speak Teens Team, on 23/03/20 14.42

Diamo il via ad una nuova settimana occupandoci di un tema molto interessante e particolarmente legato alla nostra attività di formatori linguistici, così come era accaduto nell'episodio "numero 3" di questa rubrica (quello dedicato alla Communication).

Questa volta è il turno del 'Language', che sappiamo bene non fa riferimento solo alle lingue e al linguaggio verbale ma a tutta una categoria di codici che vanno da quelli dei segni dedicati alle persone con disabilità (il 'Sign Language' e il Braille, ad esempio) a quelli di programmazione (Coding), dal 'Body Language' ai suoni utilizzati dalle diverse specie animali per trasmettere determinati messaggi. Come sempre, a questo tema abbiamo dedicato un video, una canzone, una foto e un approfondimento grammaticale.

Il tema del giorno: Language

Stay-at-Home-11-Language-Cover-Blog-White

 

Short of the Day: The benefits of a bilingual brain

Conoscere una lingua straniera non solo ci permette di comunicare con facilità quando viaggiamo o di leggere e comprendere testi in lingua, guardare film senza sottotitoli, ma ha dei veri e propri risultati benefici sul nostro cervello. Il video che proponiamo oggi ci spiega cosa succede scientificamente all'interno del cervello di una persona bilingue, mostrandoci come conoscere più di una lingua possa mantenerci attivi e sani.

Guarda il video attentamente e cerca di rispondere alle domande di comprensione che seguono:

 

Question 1: How do we measure language abilities?

Question 2: What are the capacities of a bilingual person?

Question 3: What is a coordinate bilingual?

Question 4: Why do children learn new languages more easily?

Question 5: What are the benefits of being bilingual?

 

Song of the day: Sorry Seems to Be the Hardest Word – Elton John feat. Blue

Oggi parliamo di Language, un termine che racchiude in sé un mondo di parole, significati e suoni. Usiamo il linguaggio per raccontare quello che ci accade intorno e per comunicare quello che abbiamo dentro. Talvolta però words fail us, cerchiamo in tutti i modi di esprimere un sentimento, un’emozione, un pensiero, ma non riusciamo a trovare le parole adatte. Il brano Sorry Seems to Be the Hardest Word scritto da Sir Elton John narra di quell’incapacità di comunicare i sentimenti d’amore alla propria dolce metà e quindi di invocare il perdono per un torto commesso.

Ascolta attentamente il brano, analizza le lyrics e successivamente completa il questionario qui di seguito.

 

Question 1: In the song opening, Elton John asks his lover a number of questions, the last one has a metaphorical meaning - “what do I do when lightning strikes me?”. What do you think this sentence may stand for?

1. What am I going to do if you break up with me?
2. What am I going to do if a storm comes?
3. What do I do if you choose not to talk to me anymore?

Question 2: Have a look at the second verse, Elton singswhat have I got to do to be heard?” speaking to his loved one. Have you ever thought someone you knew didn’t you hear what you had to say to them?  What did you do to catch their attention?

Question 3: What do you think, “sorry seems to be the hardest word” mean?

1. It is hard to pronounce the word “sorry”
2. It is not appropriate to use the word “sorry” to apologise to people
3. Sometimes it is very hard to apologise to someone you hurt

Question 4: What does the word absurd mean?

Question 5: Have you ever struggled to apologise to someone?

 

Photo of the Day: All we have is Words

Il linguaggio è uno dei mezzi di comunicazione più potenti a cui noi essere umani abbiamo accesso. Dal linguaggio verbale a quello corporeo come ad esempio la lingua dei segni o le espressioni del nostro volto; grazie all’uso del linguaggio abbiamo la possibilità di tradurre e comunicare le nostre più svariate emozioni in moltissimi modi. La storia e l’evoluzione delle lingue dagli arbori dell’umanità fino ad oggi è incredibile e affascinante. L’inglese è sicuramente una delle lingue a cui teniamo di più e la foto di oggi ne esprime la bellezza. Solo invertendo o aggiungendo poche lettere si cambia il senso di tutto!

All we have is words-1

E voi …

  • Do you like learning new languages?
  • What is your favorite language?
  • What is the most difficult language to study for you?
  • Do you know what a polyglot is?
  • How many languages do your parents speak?

 

Language Focus: Comparatives

Nel video sui benefici di avere un cervello bilingue, abbiamo incontrato queste frasi:

  • Bilingualism may not make you smarter
  • more rational approach 

Comparativi

Per paragonare in inglese bisogna capire le regole sull'uso degli aggettivi comparativi. Prima di tutto, bisogna riconoscere se un aggettivo è corto (una sillaba) o lungo (da 3 sillabe in su).

Nel caso di un aggettivo comparativo regolare, utilizziamo questo schema:

Agli aggettivi corti, aggiungiamo -er alla forma base dell’aggettivo. Per esempio, l'aggettivo fast diventa faster (than): 

  • Cheetahs are faster than snails (cheetah = ghepardo)

Cheetah running

Per quanto riguarda, invece, gli aggettivi lunghi, aggiungiamo more prima dell’aggettivo che rimane invariato. Per esempio, expensive diventa more expensive (than):

  • A Ferrari is more expensive than a Fiat 500

Nota bene: Alcuni aggettivi hanno solo due sillabe (quindi non sono considerati né lunghi né corti). In realtà non ce ne sono molti di questo genere e spesso finiscono per “y”. In questo caso, entrambe le forme sono possibili (-er o more) ma alcune sono più comuni e questo dipende dalla fonetica.

Comparativi irregolari

Esistono pochi aggettivi che non seguono le regole spiegate precedentemente e vengono chiamati per questo irregolari ma sono in realtà degli aggettivi molto importanti. Memorizzali così:

  • Good - better (than)
  • Bad – worse (than)
  • Far – further (than)

Come continuare a fare pratica

Se la puntata di oggi non è abbastanza per far ripartire le abilità linguistiche che in questi giorni possono sembrare "addormentate" potete continuare ad esercitarle con gli altri contenuti della nostra rubrica. Ecco quelli della scorsa settimana:

Dopo averle rispolverate tutte potrete anche provare a giocare con il nostro quiz riepilogativo. Siete ancora in tempo per partecipare e provare a vincere un premio che aggiudicheremo il prossimo venerdì:

Scarica il 'Quiz n.2' di Stay at Home with Speak Teens

Topics:Language learningVocabularySpeak Tipsenglish learninglisteningvideomusicstay at homephotos

Comments

More...

Iscriviti al blog!