CONTATTACI
SUMMER ONLINE
Menu
CONTATTACI
SUMMER ONLINE

TIPS | Parole da conoscere: Bank Holiday

by Alessia Ragno, on 09/04/19 14.34

Non è difficile sentir parlare di Bank Holiday in Gran Bretagna, soprattutto quando ci si avvicina alle ricorrenze più importanti dell’anno (natale, Pasqua, etc..), ma cosa vuol dire? Cosa è una Bank Holiday e che c’entrano le banche? Si tratta, molto semplicemente, di una Public Holiday, ovvero una festa nazionale in Gran Bretagna e Irlanda. Speak Tips ti racconta, allora, anche l’origine dell’espressione. Questo è l’appuntamento dello Speak blog che si occupa di parole ed espressioni note e meno note e ti racconta l’origine, l’etimologia e l’evoluzione del significato del tempo. Speak Tips è utile per imparare nuove parole, comprenderne meglio l’uso e capire come l’inglese, ed ogni linguaggio, si evolve, un elemento importante per Speak e per tutti coloro che vogliono imparare la lingua.

Per conoscere il metodo Speak e i suoi camp dedicati ai ragazzi che vogliono imparare o migliorare il proprio inglese consulta la nostra pagina dedicata alla Language Immersion, oppure quelle specifiche dedicate ai camp: 

Per scoprire i dettagli della stagione 2019 visita speakinitaly.com/teens o contatta direttamente il team all'indirizzo teens@speakinitaly.com

L’origine 

Bank Holiday è il nome che originariamente si dava alle giornate in cui le banche erano chiuse e che, di riflesso, diventavano una public holiday per tutti. L’espressione è stata coniata dal Parlamento Britannico che, nel 1871, per la prima volta, promulgava il Bank Holidays Act secondo cui, stabiliti le date di chiusura delle banche, i cittadini di non potevano effettuare operazioni finanziarie in quei giorni, ma dedicarsi solo al riposo.

banca-chiusa

Si deve tutto a Sir J. Lubbock che aveva l’obiettivo di alleggerire il peso degli orari lavorativi ai dipendenti delle banche dando loro 4 giorni extra di festa: 

  • il Lunedì dopo Pasqua
  • il primo Lunedì di Agosto
  • il Lunedì di Pentecoste, ovvero il White Monday
  • il 26 dicembre, ovvero il Boxing Day

Solo la Scozia decise di adottare date diverse per tenere conto delle proprie tradizioni, cioè: 

  • Capodanno, ovvero il New Year’s Day
  • Il giorno di Natale
  • Venerdì Santo, ovvero il Good Friday
  • il primo Lunedì di Maggio
  • il primo Lunedì di Agosto 

nel caso Capodanno e Natale fossero capitati di domenica, si considerava festivo il Lunedì successivo. Nel 1903 l’Irlanda ha aggiunto alle festività del Bank Holiday il 17 marzo, il giorno di San Patrizio (St Patrick Day).

Bank holiday: il termine che resiste alla storia 

L’introduzione delle Bank Holiday fu un successo tale che l’espressione è diventata sinonimo, seppure non etimologicamente corretto, di tutti giorni di festa del calendario. Nel 1971 il Bank Holiday Act è stato aggiornato con il Banking and Financial Dealings Act 1971, che ha aggiunto altre date all’elenco delle festività. In definitiva, allo stato attuale: 

  • l’Inghilterra e il Galles hanno 8 Bank Holiday
  • la Scozia 9
  • l’Irlanda del Nord 10

ma non c’è più l’obbligo del XIX secolo di non effettuare, categoricamente, nessun movimento bancario, fortunatamente. In più ci sono categorie che, comunque, rimangono attive anche nelle festività, soprattutto coloro che si occupano di lavori socialmente necessari ( per esempio gli autisti di ambulanze, i medici, i poliziotti, ect) e ricevono, per questo, un pagamento extra per ogni Bank Holiday lavorativo.

Un'agenda con calendario e meringhe di contorno

La tradizione del Bank Holiday 

La tradizione vuole che in ogni Bank Holiday si vada a fare un giro per parchi e picnic, soprattutto per quelli primaverili ed estivi, oppure, in caso di cattivo tempo, musei e altre attrazioni pubbliche. Per organizzarsi in anticipo c’è una lista precisa di tutte le festività sul sito del governo britannico, con evidenziato il Bank Holiday più vicino. Ci tengono moltissimo a specificare che, come dicevamo già prima ai tempi dello storico Bank Holiday Act

If a bank holiday is on a weekend, a ‘substitute’ weekday becomes a bank holiday, normally the following Monday. 

Ci sono delle eccezioni precise all’elenco canonico delle Bank Holiday e solo una persona può proclamarle senza battere ciglio: la regina. Sono, infatti, giorni festivi, anche quelli che coincidono con i matrimoni reali più importanti (quello di William e Kate sì, Henry e Meghan, invece, si sono dovuti accontentare di un comunissimo sabato), questo per consentire alla popolazioni di celebrare la giornata. Analogamente sono Bank Holiday extra le celebrazioni della regina per i suoi giubilei e i giorni dei funerali reali.

Ragazzi in vacanza al mare

Attenzione: il Bank Holiday non è solo un termine del British English, esiste anche nell’American English in cui ha un significato più banale e letterale. Come evidenzia la definizione del Merriam-Webster si tratta dei giorni in cui le banche sono chiuse, sostanzialmente una “Legal Holiday”:

a holiday established by legal authority and marked by restrictions on work and transaction of official business 

Nella storia del Britpop, il pop rock britannico degli anni ‘90, persino i Blur di Damon Albarn si sono occupati dei “Bank Holiday” e cantavano, nel disco Park Life: 

Bank holiday comes six times a year
Days of enjoyment to which everyone cheers
Bank holiday comes with six-pack of beer
Then it's back to work A-G-A-I-N
 

che inquadra perfettamente lo spirito della festa, secondo gli inglesi, per poi arrendersi all’inesorabile ritorno al lavoro.

 

 

Topics:Speak Tipsenglish learningteensparole da conoscere

Comments

More...

Iscriviti al blog!