CONTATTACI
Menu
CONTATTACI
SUMMER ONLINE

S’impara facendo! Il miglior sistema scolastico del mondo

by Madalina Sandu, on 17/01/19 14.03

Vi siete mai fermati a confrontare il sistema scolastico italiano con quello di altri Paesi nel mondo?

Il sogno hollywoodiano delle High Schools negli Stati Uniti è un desiderio che molti ragazzi rincorrono. Sarà stata colpa del celeberrimo “High School Musical” degli anni 2000 che illustrava la vita scolastica di un gruppo di teenagers canterini indaffarati con lo sport, la musica, la danza e una moltitudine di altre attività praticate nelle tanto sognate scuole americane.

Oggi però, abbandoniamo gli States, per spostarci in una parte del mondo molto più …“esotica”… la quale capitale Helsinki è a poche ore dal Polo Nord, dove le renne sono animali domestici e dove la sauna è uno stile di vita … ci troviamo nella fredda e remota Finlandia.

Avete capito bene, Finlandia!! Avreste mai pensato che proprio la scuola finlandese detiene, quasi ogni anno da circa 20 anni il titolo di miglior sistema scolastico del mondo? La chiave che ha permesso il raggiungimento di questo obiettivo non è una sola, ma frutto di tante ricerche, esperimenti e preparazione del corpo docenti. 

L’accoglienza al primo posto

Il punto di partenza per un sistema vincente è tutto sommato qualcosa che ogni studente del mondo desidera: sentirsi a casa all’interno dell’ambiente scolastico e in Finlandia questo intento viene preso alla lettera! Sono nella norma i tappeti e i comodi divanetti in giro per i corridoi; non sono visti come sbadati o pigri i ragazzi che si presentano a lezione in pigiama e pantofole; è assolutamente accettabile ed educato rivolgersi al proprio prof. chiamandolo per nome o addirittura assegnandogli un simpatico nomignolo. Riunirsi in accoglienti salotti e sfidare gli amici ai videogames non è per niente inusuale. L’eccellente traguardo raggiunto deve però il successo ad un metodo di insegnamento ricercato, mirato alle esigenze degli studenti, e sempre al passo con i tempi. 

Yrityskylä school Finland

La scelta spetta allo studente

Prima di andare nel dettaglio vi dirò che in Finlandia non esistono scuole private ma solo pubbliche e che il liceo non ha diversi indirizzi, ma è unico. Non troverete mai un liceo classico oppure uno artistico ne’ tanto meno uno scientifico … ogni liceo finlandese è specializzato in tutte le materie e ad ogni materia è dedicata una classe dotata di tutti gli strumenti che docenti e alunni utilizzeranno per mettere in pratica tutto ciò che si impara. Il loro motto è: “s’impara facendo”.  Ogni ragazzo sceglie, verso i 16 anni, una volta terminati i 3 anni di scuola media, se proseguire il percorso scolastico frequentando il liceo oppure se scegliere una scuola professionale specializzata in un mestiere. I ragazzi arrivano inevitabilmente pronti di fronte a questa scelta grazie alla preparazione ricevuta sin dai primi anni di scuola e alla sperimentazione di tutte le attività didattiche negli anni.

Di fatti, oltre alle solite materie curricolari, i ragazzi finlandesi si trovano a prendere parte a lezioni di woodwork dove imparano a maneggiare utensili da falegnameria, sessioni di orienteering per meglio orientarsi nelle fitte foreste, attività sportive come il softball, floorball, hockey, sci di fondo, pattinaggio, nuoto sono ordinarie, e le divertenti e interattive lezioni di cucina ed educazione alimentare rendono i ragazzi finlandesi attenti, creativi, capaci di lavorare in gruppo e responsabili.

Floorball Finland

Routine scolastica, cosa c’è da sapere?

Siete curiosi di sapere come si svolge una normale lezione durante una tipica giornata in un liceo finlandese? Allora pigiama e ciabatte alla mano e continuate a leggere !!

Innanzitutto, coloro che regolano e programmano la routine scolastica sono proprio gli studenti stessi! L’anno scolastico si divide in 5 o 6 periods da 2 mesi ciascuno, che in pratica corrispondono ai nostri quadrimestri, durante i quali gli studenti scelgono un massimo di 7 materie che vogliono seguire, i cosiddetti courses. Ciò si svolge in totale autonomia proprio grazie alla fiducia che gli insegnati hanno nei propri alunni. In questo modo le lezioni si svolgono con un gruppo ristretto di alunni che può essere costituito anche da 4 persone!!

In Finlandia sono gli studenti a spostarsi di classe in classe in base alla materia che devono seguire. Passano dal laboratorio linguistico a quello di chimica, dalla classe di storia al teatro della scuola, dall’aula di fisica al campo da baseball. 

Samke school Finland

Ogni lezione dura 75 minuti durante i quali non si è sempre incollati al banco!! La lezione di filosofia può essere tenuta in biblioteca svolgendo ricerche o lavori di gruppo; la lezione di fisica può essere fatta in cortile mentre si tentano esperimenti con oggetti di uso quotidiano, e durante la lezione di chimica non possono mancare occhialini, camici e incidenti di percorso!! Ricordate: “si impara facendo”.  Tra una lezione e l’altra si presta attenzione anche al relax e alle esigenze di studenti e insegnanti.

Pause di 10 minuti, più la pausa pranzo, permettono di uscire dalla scuola, fare una passeggiata, andare al supermercato o fare addirittura un salto a casa! I bambini più piccoli, ad esempio, vengono sempre portati in giardino, indifferentemente dalle condizioni meteorologiche al fine di ricreare la loro mente e abituarli a pause costruttive. Nondimeno è l’aula degli insegnanti. Brioche, caffè, musica sono all’ordine del giorno per garantire un ambiente favorevole e accogliente. 

Jyllaruokala school Finland

Verifiche in classe? Un percorso senza intralci!

In quel che sembrerà per voi un paradiso terrestre non possono però mancare, come in ogni ambiente scolastico, le tanto temute VERIFICHE IN CLASSE!  I nostri compagni del nord le chiamano però exams, e sono organizzati in maniera diversa rispetto alle nostre tradizionali e terrificanti verifiche.

Una cosa da sapere prima di affrontare l’argomento è che i ragazzi prima dei 13 anni sono esonerati da ogni valutazione … e beati loro !! In questo modo riescono ad imparare, esercitare, sbagliare, tentare in maniera del tutto rilassata senza alcuna pressione o competizione all’interno dei gruppi. 

Ritornando al discorso degli exams, questi ultimi si tengono durante una settimana specifica nella quale si sospendono le lezioni e il tutto è dedicato agli esami, alla loro preparazione e a lezioni di revisione per risolvere dubbi o incertezze dei ragazzi.

E se non si dovesse prendere la sufficienza? Niente panico, in una scuola finlandese l’esame si può rifare tranquillamente, o nel peggiore dei casi si ripete da capo il corso seguito nei 2 mesi precedenti per poi affrontare al meglio l’esame.

Mai sottovalutare lo svago!

Cosa possono desiderare di più i nostri amici finlandesi? Le feste naturalmente!!

Se la vita scolastica non vi fosse già sembrata un qualcosa di extraterrestre, non vi ho ancora parlato delle numerose feste scolastiche organizzate sia da alunni che da professori!

Winter sports Finland

Dalle feste di inizio anno dove il divertimento è assicurato, ai picnic, alle giornate dedicate allo sport, fino all’Halloween party, i ragazzi finlandesi sanno come divertirsi; catwalks imbarazzanti per accogliere i nuovi arrivati, travestimenti horror a novembre, il pikkujoulu (piccolo Natale) prima delle vacanze natalizie dove la sbronza è assicurata, e balli di fine anno che ricordano il Prom americano dove anche i peggiori si cimentano in balli di coppia o di gruppo.

E pensate che i prof rimangano fuori da tutto ciò? Vi sbagliate. I primi a “scaldare i motori” sono proprio loro affiancati dal preside che, vi sembrerà strano, non terrorizza nessuno! Il rapporto studente-alunno è del tutto amichevole basato sulla fiducia, e sul rispetto senza mai tralasciare il divertimento.

L’insegnante? Un lavoro fondamentale

Dovete sapere che gli insegnanti in Finlandia sono ben retribuiti. Fai il professore? Allora sei considerato benestante e la maggior parte delle volte guadagni quanto un dentista. Essere un insegnante è considerato il lavoro più importante, da paragonare a quello di un dottore. Se quest’ultimo cura la persona l’insegnante la educa e la istruisce.

E voi? Nonostante il freddo polare sareste disposti a provare questo innovativo sistema? Non lasciatevi irrigidire, anche a -20°C nelle scuole finlandesi si gira in calzini e t-shirt a mezza manica!

 

Se dopo aver letto questo articolo vi è venuta voglia di intraprendere un percorso di apprendimento fuori dall'ordinario, divertente e incentrato su tanta pratica, non potete far a meno di dare un'occhiata ai Camp di Speak Teens, un modo tutto nuovo di vivere la lingua inglese. Ragazzi madrelingua da ogni angolo del mondo arrivano in Italia per supportare lo sviluppo delle skills dei Learners attraverso sport, giochi, escursioni, laboratori e mille altre attività da svolgere sempre e solo in lingua inglese.

Per maggiori informazioni visitate il sito o contattate il team Speak Teens tramite il form dedicato

Topics:culturateensscuola

Comments

More...

Iscriviti al blog!