CONTATTACI
Menu
CONTATTACI
SUMMER ONLINE

Primavera all'insegna dell'inglese

by Madalina Sandu, on 09/04/21 16.42

La tanto attesa primavera ha finalmente bussato alle nostre porte e non vedevamo l’ora di darle il benvenuto! Simbolo di rinascita per molte culture, questa stagione non risveglia solo flora e fauna bensì anche la vitalità e la voglia di esplorare delle persone.
Con l’arrivo della primavera si coglie l’opportunità di riscoprirsi e molta gente attende l’arrivo della bella stagione per iniziare o rispolverare gli hobby lasciati in letargo durante l’inverno.

Non mancano celebrazioni e festival all’aperto per ricolorare le strade facendo fede alle tradizioni.

Nella lettura di oggi, cercheremo di inaugurare la primavera attraverso la scoperta di tradizioni, musica, ricorrenze, abitudini e modi di dire a tema.
Partiamo da Washington DC con un’abitudine anglosassone nota in tutto il mondo.

 White House Easter Egg Roll

Le tradizioni più amate persistono nel tempo continuando a divertire molte generazioni – questo è proprio il caso dell’Easter Egg Roll, ricorrenza che ha luogo ogni lunedì di Pasqua alla Casa Bianca. Si ritiene che questa tradizione abbia ufficialmente avuto origine il 22 aprile 1878, quando il presidente Rutherford B. Hayes volle che centinaia di bambini partecipassero e dessero vita a questa divertente ricorrenza.

Come da tradizione, decine di bambini si riuniscono nel parco della celeberrima White House per partecipare ad una bizzarra ma esilarante gara; grandi e piccini gareggiano facendo rotolare delle uova con l’aiuto di alcuni mestoli tentando di raggiungere per primi il traguardo finale, senza ovviamente rompere le uova.
Anche oggi, il piccolo festival, viene supervisionato dal presidente in persona e da un’enorme coniglio come mascotte! Vi starete chiedendo quale sia il tanto desiderato premio per il vincitore? Tantissimo cioccolato, giocattoli e ovviamente altre coloratissime uova.

easter eggs

3 idiomi di stagione

Abbiamo ormai ben compreso che per sembrare il più madrelingua possibile dobbiamo imparare alcuni segreti del mestiere. Idiomi, modi di dire e phrasal verbs sono la chiave per comunicare in maniera naturale. Approfittiamo del tema di oggi per imparare insieme alcuni idiomi inglesi che hanno a che fare con la stagione primaverile.

Spring into action iniziare un’attività/azione improvvisamente in seguito ad un avvenimento precedente.

Vediamo insieme un piccolo esempio:

"The police spring into action when an emergency call arrives"

In questo caso la polizia entra subito in azione a seguito di una chiamata d'emergenza.

A spring in one’s step un atteggiamento allegro/umore positivo simile all’entusiasmo (che si può notare nel modo di camminare delle persone)

Un esempio per chiarire meglio:

“When you walk in for the exam put a spring in your step, so the professor will think you’re confident”

Spring to one’s feetalzarsi in piedi velocemente

Ad esempio …

"I sprang to my feet when I heard the alarm"

Conoscevate già questi idiomi? In caso contrario, questo è il periodo migliore per ricordare di utilizzarli quando si presenta l’occasione.

Canzoni primaverili

 

Here comes the sun – The Beatles

Non esiste play-list primaverile che tenga senza questo brano al suo interno, un classico degli anni 60’ regalatoci “dai mitici quattro”. Fresco, allegro ed effervescente la gloria di questo brano è rimasta e rimarrà immutata nel tempo.

Regaliamoci una pausa dalla lettura ascoltando questa intramontabile canzone, o per rimanere in tema … evergreen.

Come in with the rain - Taylor Swift

Un’altra canzone riconducibile alla stagione primaverile ci è stata regalata dalla celeberrima Miss Americana, a tutti nota come Taylor Swift. Il suo stile country e giovanile non può che non connetterci emotivamente al testo della canzone.
l titolo del brano la dice già lunga sul suo significato: Come in with the rain è un’espressione ormai caduta in disuso, significa essere capaci di riprendere le proprie forze e capire cosa sia giusto per sé dopo un periodo faticoso.

“I could go back to every laugh
But I don't wanna go there anymore
And I know all the steps up to your door
But I don't wanna go there anymore”

 Con queste parole Taylor ci racconta le difficoltà dei primi amori adolescenziali e di come non vuole più inseguire un amore non corrisposto.

"I'll leave my window open
'Cause I'm too tired tonight to call your name
Just know I'm right here hoping
That you'll come in with the rain”

 Floriade – Australia

Quando nel nostro emisfero salutiamo l’estate dando il benvenuto all’autunno, nell’emisfero meridionale ci si prepara per dare il benvenuto alla stagione primaverile. A Canberra, capitale dell’Australia, si festeggia in grande l’arrivo della primavera dedicandogli addirittura un gigantesco festival: Floriade.

Floriade si tiene ogni anno lungo il lago Burley Griffin a Commonwealth, nei mesi di settembre e ottobre ed è stato classificato come uno dei più grandi festival floreali di tutto l’emisfero.

Circa 500.000 visitatori raggiungono il posto per immergersi in un mare di fiori, ma che trovano anche tanta musica, arte, spettacoli ed attività per grandi e piccini.

Floriade

Ogni anno il festival è definito da un tema ben preciso che attira ed incuriosisce non solo turisti ma anche centinaia di appassionati di giardinaggio e bricolage. Carichi di entusiasmo attendono con ansia l’arrivo del Floriade per ricevere qualche ispirazione in più.

Una parte del Floriade è il Night Fest, un evento notturno che dura 4 giorni, caratterizzato dalle centinaia di luminarie che rivestono i parchi. Durante queste serate i visitatori possono assistere a show dal vivo, concerti e partecipare a gare o attività all’aperto.

Non possiamo parlare del Floriade senza menzionare la Gnome Knoll (collina dei nani). Si tratta di un’enorme esposizione di piccoli nani da giardino dipinti e decorati a mano. Si tratta di una vera e propria gara alla quale chiunque può iscriversi e partecipare, divertendosi e allo stesso tempo finanziando un progetto comunitario.  

Se volete continuare a tenere allenato il vostro inglese potete seguire le nostre letture visitando il sito speakinitaly.com

Topics:Language in Contextenglish cultureanglostraditionspring

Comments

More...

Iscriviti al blog!