CONTATTACI
Menu
CONTATTACI
SUMMER ONLINE

Come le barriere linguistiche possono unirci

by Madalina Sandu, on 19/03/19 16.10

Una delle prime difficoltà nelle quali ci imbattiamo quando siamo in una paese diverso dal nostro è sicuramente la lingua. Sia che ci troviamo in vacanza, ad una conferenza di lavoro, oppure siamo studenti fuori sede in una qualche prestigiosa università estera, le barriere linguistiche tendono ad inseguirci e renderci la vita impossibile impedendo la piena concentrazione e la completa riuscita di quello che facciamo, persino che si tratti di una semplice cena nel ristorante tanto “perseguitato” da mesi. Non comprendere una frase, un modo di dire, una parola scritta su un cartello stradale, o un semplice gesto può risultare davvero frustrante e demotivante. Ciò che caratterizza il nostro pianeta e l’umanità è stato, sin dall’alba dei tempi, il modo differente di comunicare tra noi verbalmente o non. Le lingue ci definiscono, sono una parte fondamentale delle nostre culture, di quello che ci appartiene come popolo.

A causa delle numerose lingue e delle migliaia di dialetti che si parlano nel mondo, l’uomo ha cercato di unire le diverse popolazioni attraverso lingue comuni che tutti possono utilizzare senza mutare l’integrità e l’unicità delle lingue locali. Un modo, insomma, per allargare i nostri confini, per farci sentire “a casa” ovunque ci troviamo, per riuscire a farci comprendere, apprezzare, e rispettare ogni società.

globe

La lingua per eccellenza che ci permette di fare ciò, quella in cui ci imbattiamo in tante situazioni di vita quotidiana è l’inglese. Conosciuta bene o male in tutti i paesi del pianeta, l’inglese è la lingua che da sempre siamo abituati a considerare come quel mezzo indispensabile che ci unisce al mondo. La lingua inglese ci viene insegnata sin dai primi anni di scuola e fino alla fine del liceo, quindi, un po’ tutti mastichiamo qualche parola o espressione anglofona. Trasferirci in un paese dove l’inglese è la prima lingua, nella maggior parte dei casi, tende ad incomberci meno timore rispetto ad un posto dove l’inglese non viene parlato abitualmente, ma in realtà questa è solo una nostra percezione. Se in Italia esistono centinaia di dialetti, e altrettanti modi di dire, lo stesso vale anche per i paesi anglofoni.

Ricordiamo inoltre che, non si comunica solo a parole, bensì anche a gesti o attraverso modi di fare, che cambiano da cultura a cultura o da regione a regione. Quindi, pur avendo una buona conoscenza di base, potremmo benissimo cadere di volta in volta in trappola, trovandoci difronte a termini dialettali, accenti sconosciuti o modi di fare che non ci appartengono. 

overcome language barriers

Anche altre lingue, oltre l’inglese, stanno diventando più globali che mai; cinese, spagnolo, arabo, o francese solo per citarne alcune. Conoscere a grandi linee queste lingue di sicuro renderebbe la nostra vita, e di conseguenza la nostra permanenza all’estero, più facile, ma come ribadito, è inevitabile trovarci di fronte a barriere linguistiche o piccole perplessità quando non si tratta della nostra lingua madre. Se ci pensiamo, le barriere linguistiche sono da un lato un impedimento, ma dall’altro una situazione del tutto naturale; questo "impedimento" ci caratterizza, ci porta fuori dalla nostra confort zone spingendoci oltre i nostri limiti, portandoci a conoscere noi stessi e gli atri. Inoltre, le barriere linguistiche non riguardano solo noi che ci troviamo all’estero ma è una situazione particolare anche per il nostro ipotetico interlocutore il quale deve moderare e modificare il suo modo di comunicare per interfacciarsi a noi.

Quindi, che tu sia sicuro o insicuro delle tue conoscenze in una determinata lingua, che tu ti stia trasferendo all’estero o sei semplicemente in vacanza o che tu stia per partecipare ad uno dei programmi estivi Speak Teens Summer Camp, in questa lettura troverai alcuni utili consigli su come superare le barriere linguistiche e sentirti a tuo agio durante conversazioni con interlocutori di diversa nazionalità!!

Fai spazio in borsa per un dizionario!

Cerca di avere sempre un dizionario a portata di mano, ti potrebbe risultare utile quando meno te lo aspetti! Ad esempio per tradurre un cartello stradale, un’insegna, oppure per andare a cercare il significato della nuova parola appena appresa e fissarla bene in mente. Se invece sei una persona che ama smanettare con lo smatphone o con il computer, un traduttore è quello che fa per te! Trova quello più adatto o con il quale ti trovi meglio per poi poterlo utilizzare in maniera rapida appena ne hai il bisogno.

 dictionary

Errare è umano!

Non avere timore di sbagliare perché è ciò che ti aiuta ad imparare al meglio e a superare le tue insicurezze. Ti assicuro inoltre che sbagliare, pur essendo il più delle volte imbarazzante, strapperà un sorriso a te e a chi ti circonda; immagina di dire “cane” invece di “mamma” oppure “cucina” invece di “gallina” grazie a questi episodi, che sul momento possono risultare “scomodi”, un domani avrai tante divertenti storie da raccontare.

I gesti? Non solo italiani

Quando pensiamo alla gesticolazione, la prima cosa che ci viene in mente … siamo noi italiani. Per quanto questo possa essere vero, bisogna ammettere che anche altre culture del mondo possiedono dei propri gesti o espressioni facciali attraverso le quali comunicano una miriade di messaggi senza dire una parola. In sostanza, nel caso ti trovassi in difficoltà e non riuscissi ad esprimere a voce un concetto oppure una richiesta puoi benissimo farlo con il corpo! Nel caso non ti trovassi in Italia stai pur certo che alcuni dei gesti più comunemente usati sono universali e aiuterebbero ad esprimerti anche con un ipotetico interlocutore straniero.

hand gestures

Esci dalla comfort zone!

Come ribadito, conoscere la lingua inglese quando si viaggia o quando ci si trasferisce all’estero aiuta in maniera considerevole. Ciò non toglie che ci si possa cimentare nell'apprendimento della lingua locale nel caso vi trovaste in un paese dove l’inglese non è la prima lingua. Che si tratti del norvegese, del francese o addirittura del cinese o dell’indiano non esitare! Magari non diventerai mai madrelingua in quella specifica lingua ma tentar non nuoce! Per di più i locali amano quando gli stranieri si cimentano nella loro lingua; è un’ottima opportunità per trovare amici, per coltivare nuovi hobby o interessi, e per sviluppare le proprie abilità comunicative

Riascoltare per memorizzare

Se sbagliare è un timore molto frequente, non comprendere un termine e sentirsi costretti a farselo ripetere più e più volte può risultare ancora più sconfortante. La realtà dei fatti dimostra che ogni volta, quando non comprendiamo ciò che ci viene comunicato, tendiamo a sorridere ed annuire ignari di quello che ci è stato detto dall'interlocutore. Nulla di più errato e controproducente! Non vergognarti o non sentirti inadeguato nel farti ripetere la parola che non hai compreso anche una decina di volte, potrebbe sembrare molto clichè ma ribadisco che è del tutto normale.

Condividere culture

Per finire, un modo piacevole per abbattere le barriere linguistiche o culturali è passare tanto tempo con la gente del posto. Un’idea simpatica per integrarti al meglio sarebbe quella di organizzare delle country evenings insieme alle persone che hai conosciuto sul posto. Cucina il piatto italiano che ti riesce meglio, decora a tema la casa, e prepara un power point nel quale presenti ai tuoi invitati il “Bel Paese”. Viceversa, loro possono fare lo stesso cucinando qualcosa di locale o preparando una presentazione del paese che ti accoglie. Quale modo migliore per passare una piacevole giornata interamente dedicata ad una vera e propria full immersion direttamente a casa tua!

presentation

Per quanto le barriere linguistiche trasmettano timore, non potremmo mai liberarcene del tutto. Ciò che possiamo fare è cercare di superarle andando oltre i nostri limiti, uscendo dalla nostra comfort zone diventando dei veri e propri cittadini del mondo.

Topics:Language ImmersionteenscultureworldLanguage Barriers

Comments

More...

Iscriviti al blog!