CONTATTACI
Menu
CONTATTACI
SUMMER ONLINE

Scoprire e sviluppare le Competenze Trasversali con Speak

by Faye Murton, on 12/03/18 14.25

Per molti insegnanti, genitori e studenti il concetto di Compentenze Trasversali è ancora abbastanza sconosciuto, seppure siano ritenute indispensabili nel mondo scolastico e lavorativo di oggi. L'elenco di queste competenze è lungo e comprende abilità sociali e comunicative, l'intelligenza emotiva e il problem solving, l'adattabilità e il lavoro interculturale.

Sfortunatamente, non è facile per le scuole offrire agli studenti il giusto spazio per sviluppare tali capacità: gli insegnanti hanno l’obbligo di completare i programmi e di preparare gli studenti agli esami e spesso non si trova tempo per esplorare queste life skills. Lo Speak Teens International Summer Camp, proprio per questo, offre ai ragazzi l'opportunità di conoscere e sviluppare le Competenze Trasversali che potrebbero non essere state sufficientemente approfondite a scuola.

Una delle più grandi promotrici delle Competenze Trasversali è P21, un'organizzazione che opera in collaborazione con i vertici di governi, imprese e comunità per aiutare gli studenti a sviluppare tali abilità. P21 identifica quattro principali categorie di competenze: comunicazione, collaborazione, pensiero critico e creatività, elementi alla base di ogni momento del Camp e, più in generale, dell'intera filosofia di apprendimento Speak.

Speak-Teens-Summer-Camp.jpg

Comunicazione Scambi di opinioni e idee nelle conversazioni individuali e di gruppo.

Al centro del programma Speak c’è una significativa dose di comunicazione. Dal momento in cui ci si sveglia a quello in cui si va a dormire, non si farà altro che conversare per mettere in pratica, in contesti reali, l'inglese acquisito a scuola. A differenza delle conversazioni in aula, che spesso si concentrano sulla pratica di uno specifico aspetto grammaticale, di un serie di termini o di uno specifico argomento (tutti stabiliti dall’insegnante o dal libro di testo), le conversazioni nel Summer Camp saranno spontanee e determinate dagli interessi degli stessi parlanti: Learners e Anglos.

Il Camp è nato per offrire ai ragazzi la possibilità di praticare l’inglese il più possibile, attraverso un programma ampio e vario, in cui le sessioni one-to-one non sono mai uguali a quelle del giorno precedente. Ogni mattina è prevista una conversazione individuale per condividere storie con coetanei del Canada, del Sudafrica o della Nuova Zelanda, una discussione di gruppo in cui confrontarsi su temi di attualità e una gara a squadre in cui utilizzare l'inglese e un po 'di immaginazione per sfidarsi in modo divertente e creativo. Tutto questo prima di pranzo.

 

Collaborazione - Lavorare insieme per raggiungere un obiettivo condiviso

La collaborazione è parte integrante dell'esperienza Speak. Sappiamo che non capita tutti i giorni di poter utilizzare l’inglese con ragazzi della propria età fuori dall’Italia, per questo abbiamo ideato un programma in cui i gruppi vengono rimescolati regolarmente, permettendo ai Learners di interfacciarsi facilmente con Anglos provenienti da Stati Uniti, Irlanda, Regno Unito, Australia e tanti altri paesi. Il programma è ricco di attività e di sfide: i partecipanti raggruppati in team di piccole e grandi dimensioni, collaboreranno nello svolgimento di un’ampia varietà di sport o nella realizzazione di progetti come ‘Speak Expo’. La sola parola ‘collaborazione’, però, non spiega pienamente l'esperienza vissuta nel Summer Camp. Come educatori, riteniamo che i ragazzi collaborino al meglio quando vengono offerte loro delle opzioni sul proprio apprendimento e quando vengono resi pienamente partecipi nei propri progetti. A tal proposito, Speak stimola i ragazzi a collaborare in modo entusiasta progettando un programma che permetta di condividere il proprio talento e le proprie passioni, incoraggiando a provare anche qualcosa di nuovo. Promuoviamo anche la collaborazione ‘riflessiva’, in cui viene concesso del tempo per riflettere sulle attività e valutare gli sforzi del proprio team. Questa fase di pensiero critico rende più completa l'esperienza di apprendimento.

Puntiamo anche ad una collaborazione memorabile: ci piacerebbe che i ragazzi continuassero a parlare del programma a lungo, anche dopo averlo completato.

Collaborazione.jpg

Pensiero critico - Guardare i problemi da nuovi punti di vista e prendere decisioni consapevoli

Il pensiero critico è alla base di ogni lezione di lingua inglese ben organizzata. Attività come la creazione di elenchi di Pro e Contro, l'interpretazione di grafici o immagini, la discussione di problemi ipotetici o semplicemente la presentazione e la spiegazione della propria opinione sono tutte grandi opportunità per espandere le proprie facoltà di pensiero critico. Svolgere questo tipo di attività in inglese consente di vivere un'esperienza di apprendimento molto più completa. Lo Speak Teens Summer Camp offre quotidianamente attività di pensiero critico divertenti e coinvolgenti: nelle nostre sessioni di comunicazione mattutine, coppie e piccoli gruppi di ragazzi affronteranno domande e questioni universali, lavorando al raggiungimento di una soluzione condivisa mentre nel pomeriggio le abilità di problem solving saranno allenate anche attraverso puzzle visivi e attività pratiche e di progettazione. Verrà concesso ai partecipanti il tempo di riflettere e annotare le proprie sensazioni in modo da valutare anche i propri progressi e risultati ottenuti. In serata, gruppi di dimensioni più grandi lavoreranno insieme per affrontare una serie di sfide, confrontando le decisioni e pensando in modo creativo a come affrontare il compito assegnato. Il programma Speak in questo modo dimostra che l'apprendimento può essere allo stesso tempo personale, stimolante e divertente.

Creatività - Approcciare in modo nuovo progetti e attività

Nessun Summer Camp può considerarsi completo senza una componente creativa. La creatività è molto più della semplice pittura su tela in una sessione artistica: riguarda tanto il pensiero critico quanto la competenza creativa, non la bravura nel disegnare o dipingere. Implica un approccio nuovo ai compiti che ci si trova a fronteggiare e lavorando in gruppi internazionali i ragazzi potranno trarre vantaggio da una vasta gamma di prospettive e talenti. Uno degli aspetti più creativi del programma è Speak Expo, un progetto in cui i partecipanti potranno collaborare in coppie o gruppi di nazionalità mista per completare un progetto creativo nel corso del programma. I gruppi esploreranno ogni aspetto del processo creativo: all’inizio ci si concentrerà sul brainstorming, sulla pianificazione collaborativa e sulla gestione del tempo e delle risorse, poi, durante la creazione del progetto selezionato (scultura, portfolio fotografico, graphic novel o esibizioni artistiche) gli sfidanti avranno modo di dimostrare doti come flessibilità, problem solving e impegno verso un obiettivo condiviso. Il Summer Camp si concluderà con The Speak Expo Event, il momento in cui verranno presentate tutte le creazioni e tutti i contributi dei ragazzi, offrendo un'opportunità di autovalutazione e riflessione sul processo di apprendimento.

creativity-3.jpeg

Per maggiori informazioni sulle Competenze Trasversali e sulle modalità con cui queste supportano gli studenti nel fronteggiare le richieste di scuola e lavoro è possibile consultare le seguenti fonti:

16 competenze da sviluppare a scuola  (secondo il World Economic Forum)

Quali skills per i giovani del XXI secolo? Cosa può fare la scuola italiana?

What is 21st Century Learning and Citizenship all about? (A Parents’ Guide)

 

Continua a seguire Speak Teens Blog, uno sguardo sul mondo dell'apprendimento linguistico per ragazzi: contenuti periodici su storie di vita quotidiana, risorse utili e sullo Speak Teens Summer Camp, il primo campo estivo internazionale basato su one-to-one con ragazzi madrelingua da tutto il mondo.

Topics:speak teens summer campcompetenze trasversali

Comments

More...

Iscriviti al blog!